néo: Creativitá
facebook Stampa

5. ARTISTI OLTRE IL LIMITE: chi sono e cosa fanno


Cercare di evitare il confronto con la diversità non può che essere una perdita. 

Il rumore dei passi si faceva sempre più forte. Ombre di uomini si allungavano e si deformavano come le immagini distorte di una televisione rotta. La stavano seguendo ormai da parecchi minuti e l'unica via di scampo rimasta era proprio lì, davanti ai suoi occhi. Varcata la porta, Anna si fermò un istante appena oltre la soglia, illuminata dalla sola luce di alcune candele consumate.

Si guardò intorno, scrutando attentamente le decorazioni e gli affreschi delle navate: vide morti sanguinanti, teste tagliate, gente torturata e martirizzata. Allora cominciò a chiedersi perché la gente ama tanto la rappresentazione del martirio, del dolore, della violenza contro l'uomo. Perché, si chiese Anna, è tanto difficile rappresentare il bene? Una domanda forse fuori moda, perché oggi la tendenza nell'arte è un'altra: quella di spingersi oltre.

OLTRE I LIMITI DELL'ARTE

Maurizio Cattelan

Non può mancare. Dopo una gavetta lunghissima e durissima che lo ha portato a ogni espediente per guadagnarsi da vivere, oggi ogni cosa che fa diventa oro. É il re della trasgressione, della stravaganza, l'uomo dell'arte da prima pagina. Il cinquantenne padovano, oltre a realizzare oggetti e pupazzi non funzionanti, in sintonia con le tendenze del concettuale, è noto per le sue mostre inesistenti e i suoi interventi esilaranti, come i workshops organizzati in paradisi naturali in cui a tutto si è assistito, tranne che a espressioni d'arte. Attualmente le sue installazioni sono a Milano, a Palazzo Reale e in Piazza Affari.

Video. Non si è mai troppo sicuri


Jonathan Meese

Sempre in nero, giacca sportiva e capelli lunghi e rigogliosi: Jonathan Meese performa al limite del buon gusto. Nel suo universo, fatto di una cruda mescolanza di porno, nazionalpopolare e sangue, prende in giro senza vergogna i cattivi del mondo, gettando questi personaggi nell'irrazionale. Questo ragazzo, nato nel 1977, è il più giovane artista tedesco del momento.

Video. Un po' wrestler e un po' drugo, un po' malato mentale e un po' provocatore.


Wim Delvoye

L'opera più conosciuta di Wim Delvoye, classe 1965, è la Cloaca. L'artista ha costruito un apparato digerente umano a forma di macchina, che si nutre, mostra la digestione e ottiene le feci. Nella parte retrostante, si possono acquistare salsicce perfettamente impacchettate sottovuoto. Un esempio di arte al limite e un attacco grossolanamente umoristico al sistema dei valori della nostra società consumistica, che spinge all'estremo l'originale intuizione provocatoria della merda d'artista di Fontana.

Video. Non mangiare prima di visionare...


Marcel-lì Antunez Roca

Il fondatore della compagnia teatrale catalana Fura dels Baus, Marcel-lì Antunez Roca, ha realizzato Epizoo, metafora del contagio (epizoozia) dei supporti tecnici, la nascita di un nuovo corpo "contaminato" dalla tecnologia: rivestito di fili, ganci e pinze che rispondono alle stimolazioni digitate dal pubblico sulla tastiera di un computer, modifica le sue espressioni e deforma alcune sue parti del corpo.

Video. Quando la violazione non è reato


Stelarc

Un altro artista che si esprime oltre il limite è l'australiano di origini cipriote Stelarc. A partire dalla fine degli anni sessanta si cimentò nelle Sospensioni, una serie di azioni in cui il suo corpo veniva sollevato con ganci inseriti nella carne collegati a corde e lasciato fluttuare nell'aria. Dopo 27 sospensioni in tutti i luoghi del pianeta, da grattacieli a scogliere, in collaborazione con un'équipe di ricercatori universitari specializzati in robotica si è fatto innestare una terza mano artificiale e persino un terzo orecchio nel braccio sinistro.

Video. Body modification: il corpo umano oltre i limiti dell'evoluzione


Altri articoli di questa enews
Nèo Stefani Mirani

Curatrice Stefania Mirani

33 anni - Italy