néo: OUT OF HOME
facebook Stampa

4. WHAT’S NEO IN 5 CAPITALI DELLA MODA


Non solo Milano, Parigi e New York. Anche Dubai, Copenaghen, Calcutta, Berlino, sempre più città hanno la propria settimana della moda. La moda è diventata il carnevale del nostro tempo, che alle cerimonie da passerella affianca il Fashion's Night Out, una serie di eventi durante i quali è possibile fare shopping scontato, bevendo champagne e godendo di musica dal vivo. Ma nel mondo globalizzato della moda, cerchiamo di capire se esistono ancora delle differenze nelle capitali della moda.

STRAVAGANZE LONDINESI

Beige, plaid e lana: questo è lo stile della capitale dell’Inghilterra. Insaporita con disegni classici ed eleganti, Londra è anche una città di grandi opportunità. Designers indipendenti ispirati allo stile street punk hanno dominato nelle strade di Londra per anni. I designers internazionali sono sempre i benvenuti a Londra. Specie se ci si presenta in modo stravagante o trasgressivo: Vivienne Westwood per esempio, ha iniziato la sua carriera aprendo un negozio erotico di fashion design che ha avuto un’influenza punk rock.

Video. DALL’EROS AL PUNK ROCK

Vivienne Westwood parla di come ha iniziato la moda punk rock, svelando un segreto: ha iniziato vestendo una rock star con cui era fidanzata (durata: 6 minuti)

FORMAZIONE MILANESE

Lo stile di Milano non solo è ben noto per la moda elegante di marchi come Prada, Dolce e Gabbana, Versace, Gucci e Armani. È anche conosciuta come una città che conta diverse Scuole di Design della Moda, per lo più dando un’educazione alla moda pret-à-porter e prestando grande attenzione alla scelta dei tessuti e agli aspetti del fashion business. Essendo la capitale mondiale della moda, la settimana della moda milanese attira critici di moda e le sue icone due volte all’anno. Come studente, se volete conoscere i tagli perfetti, le conoscenze tessili e della moda elegante, Milano è la città per voi. Non solo un bene per l’educazione, ma anche un buon punto di partenza per trovare uno stage presso uno dei grandi marchi italiani.

Video. D&G IN MILAN

La Milano Fashion Week nella collezione Dolce Gabbana Autunno / Inverno 2011

TRADIZIONI PARIGINE

Tradizionalmente, la moda francese è chic ed elegante, definita dalla sua raffinatezza, taglio e accessori ricercati. Tra le molte case di moda parigine vi sono Hermes, Louis Vuitton, Chanel, Christian Dior, Balenciaga, Cloe e Yves Saint Laurent, che espongono i loro lavori presso le collezioni di design che si tengono due volte all’anno. Una delle scuole di design della moda più conosciute è la Parsons School of Design, che si trova anche a New York. È possibile modificare la sede e finire la formazione universitaria a New York, avendo così la possibilità di vedere entrambe le città e aprire le porte a nuove opportunità.

Video. PARIS FASHION WEEK

Reportage della Paris Fashion Week 2010

CASUAL NY

Il design della moda americana è dominato dal clean-cut, da uno stile casual, che riflette gli stili di vita sportivi e attenti alla salute di alcuni abitanti delle città americane. La struttura multi nazionale della nazione influisce sulla moda americana con creatività e un sacco di opportunità. Le scuole non solo forniscono una buona educazione, ma anche corsi di moda, che sono una buona occasione per offrire una carriera per gli amanti della moda.

Video. IL DIAVOLO VESTE PRADA

L’incontro con la “perfida” Miranda (durata: 3 minuti)

TOKYO DA STRADA

Il look giapponese è sciolto e non strutturato, spesso derivante da un taglio complicato, i colori tendono al cupo e al delicato, con tessuti riccamente operati. Famosi designers giapponesi sono Yohji Yamamoto, Kenzo, Issey Miyake e Junya Wattanabe, che hanno sviluppato un nuovo modo di taglio. Lo street style di Harajuku è anche fonte di ispirazione per il mondo della moda tanto quanto la moda giapponese stessa, che ha influenzato anche alcuni video musicali e ispirato manga, con un impatto importante sulle tendenze del mondo agli inizi del 2000.

Video. JAPAN STEFANI

Japanese style nel videoclip di Gwen Stefani (3 minuti e mezzo)

turismo.milano
Altri articoli di questa enews
Nèo Idil Deniz Turkmen

Idil Deniz Turkmen

Istanbul
crocierissime
faceblob