WHAT'S NÉO A RIGA?
facebook Stampa

La top 5 di Elisabetta Povia


In diretta dai neoreporters di tutto il mondo. Per segnalare 5 cose néo (curiose, originali, di tendenza, interessanti) che stanno emergendo nella tua cittá, iscriviti a neoreporters.com e rispondi all'intervista da reporter internazionale.

1. IL MERCATO PIÚ GRANDE D'EUROPA

A Riga si vantano di possedere il più grande mercato d’Europa. E’ ospitato dentro gli ex capannoni dove si fabbricavano gli Zeppelin, dirigibili utilizzati dai tedeschi. Si trova di tutto: alimentari e non, ogni merce possibile e immaginabile che proviene soprattutto dalle campagne lettoni ma anche dalla vicina Russia. Un macello di suoni, di urla e di sapori a prezzi eccezionali. Un’esperienza obbligatoria per chi passa da Riga.

2. FUORIPORTA: JURMALA

E’ il luogo obbligatorio dove da Riga si fugge per andare al mare. Così dicono gli abitanti di Riga anche se è curioso perché Riga stessa sorge sul mare. Ma Jurmala è un’altra cosa con le sue dune, le distese di spiaggia, gli alberi e le vecchie case. Altri luoghi da visitare sono i castelli di Sigulda e il palazzo Rastrelli di Rundale.

3. LA SFIDA ETERNA: LETTONI VS RUSSI

Sebbene i lettoni siano ben propensi a costruire e a rafforzare la loro nazione, cosa normale per i popoli che hanno da poco ottenuto l'indipendenza, circa il 30% dei 'lettoni' sono in realtà russi; perfino a Riga il numero di persone di etnia lettone viene superato dai russi. Questa crisi di identità ha creato qualche piccolo problema, ma non ha certo impedito alla nazione, che nel corso della storia ha dovuto subire parecchi maltrattamenti, di trasformarsi rapidamente.

4. LA TERRA DELL'AMBRA

Il territorio lettone così come tutto il baltico è conosciuto fin dall'antichità per la produzione di Ambra, utilizzata per la realizzazione di gioielli, pendenti, amuleti ecc. Nell'antico Egitto, in Assiria, Grecia e nell'Impero Romano e considerata in alcuni periodi più preziosa dell'oro. L'ambra è stata utilizzata anche a scopo farmaceutico poichè contiene un acido che si considerava avere incredibili proprietà mediche.

5. L’EVENTO: IL FESTIVAL DELLA CANZONE NAZIONALE

Il primo festival della canzone nazionale si tenne in Lettonia nel 1873. Questa manifestazione, che si tiene ogni cinque anni per la durata di una settimana e culmina con un grande coro nell'enorme anfiteatro all'aperto della capitale, è diventata, nel corso degli anni, l'evento più coinvolgente del calendario con una partecipazione di circa 20.000 artisti tra cantanti e ballerini amatoriali. La festa più importante dell'anno è dedicata al solstizio d'estate ed è radicata profondamente nelle più antiche tradizioni lettoni. Le grandi manifestazioni per il Festival di Jani iniziano il 23 giugno, quando la popolazione si reca in campagna per le celebrazioni in mezzo ai laghi e alle foreste di pini.Per l'occasione si preparano birre speciali, formaggi e torte e si intrecciano ghirlande di fiori ed erbe che vengono appese intorno alle case per tenere lontani gli spiriti maligni e vengono intonati canti speciali, detti Ligo, intorno ad un fuoco.

Video. YANA KAY CANTANTE LETTONE (DURATA: 4 MINUTI)


from passion to profession
Altri articoli di questa enews
Nèo Elisabetta Povia

Elisabetta Povia

crocierissime