Arte e Musica
facebook Stampa

4. Le voci della lirica: oggi chi é il piú grande?


Maria Callas
I nuovi divi del bel canto sono giovani, belli, padroni della scena. Una generazione di interpreti lirici che uniscono bravura e carisma da attori consumati. Verrebbe da chiedersi: ma é meglio un soprano di centoventi chili, che per˛ ha una voce straordinaria, oppure una taglia 42 con fisico da modella, ma magari qualche pecca sul versante musicale? La tentazione é di propendere per la prima, ma se si riesce a unire i due aspetti, tanto meglio! Scegliendo cinque nomi tra i divi del momento (tutti rigorosamente under 45), vi proponiamo la nostra "top 5".
Articolo di Paolo Bolpagni

LE 5 STELLE DELLA LIRICA

1) Juan Diego Flórez

Peruviano, classe 1973. Credo che sia il piú grande tenore rossiniano di tutti i tempi. Voce lirico-leggera di agilitá ed estensione strabilianti, finezza di fraseggio impareggiabile, gusto infallibile, ironia, padronanza scenica, fascino latino: un mix eccezionale. La consacrazione di Juan Diego é arrivata proprio in Italia, al festival rossiniano di Pesaro del 1996. Da allora, un crescendo continuo di successi meritatissimi.

Video. Juan Diego Flórez


2) Anita Rachvelishvili

Con i suoi ventisei anni carichi di entusiasmo e la personalitá travolgente, é la rivelazione dell'ultima stagione della Scala. É la Carmen dei giorni nostri, e ha alle spalle una storia fatta di tenacia e impegno. Arrivata a Milano nel 2007 da Tbilisi con una borsa di studio di 700 euro al mese del Ministero degli Esteri georgiano, entra nell'Accademia del Teatro alla Scala. Chi scrive l'ha ascoltata per la prima volta proprio nelle aule di via Santa Marta a Milano, durante un corso di perfezionamento tenuto da Mirella Freni nel maggio 2008. Anita cantava l'aria di Bouillon dall'Adriana Lecouvreur di Cilea: una folgorazione!

Video. Anita Rachvelishvili


3) Anna Netrebko

Russa, ha una storia da Cenerentola: da ragazza lavora al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo pulendo i pavimenti per pagarsi gli studi di canto. Ma il direttore d'orchestra Valery Gergiev la nota e si accorge del suo talento, facendola debuttare nel 1994 come Susanna nelle Nozze di Figaro di Mozart. Non é che l'inizio di una carriera folgorante. Soprano lirico di agilitá, a proprio agio nel melodramma, nell'operetta e persino nel cinema, Anna Netrebko é bella, brava, elegante. Non poteva che diventare la nuova diva nel panorama lirico internazionale.

Video. Anna Netrebko


4) Jonas Kauffmann

Nato a Monaco di Baviera nel 1969, vive a Zurigo, sposato con tre figli. È l'emblema del tenore "lirico-spinto" di oggi (genere in via d'estinzione, purtroppo...). Tra le sue interpretazioni piú celebrate Cavaradossi nella Tosca di Puccini, Lohengrin di Wagner, Don José nella Carmen di Bizet, Alfredo nella Traviata di Verdi. Il timbro pastoso ma squillante, il temperamento appassionato ne fanno un vero idolo romantico. La sua tecnica di canto necessiterebbe di alcuni aggiustamenti, soprattutto nelle mezze voci. Bravissimo, comunque.

Video. Jonas Kauffmann


5) Rolando Villazón

Allievo prediletto di Plácido Domingo, é un tenore lirico dalla voce chiara e flessibile, piena di smalto. Uomo colto (parla molte lingue), ha dalla sua la comunicativa, l'intelligenza musicale, la bellezza del timbro, ma la tecnica merita di essere affinata ancora. Non é un caso che la sua carriera, dopo gli esordi trionfali, abbia subýto una certa battuta d'arresto, dovuta anche all'affaticamento per eccesso di impegni. É stato un applaudito Alfredo a fianco di Anna Netrebko nella Traviata al Festival di Salisburgo. Adesso non vediamo l'ora di sentirlo come Nemorino nell'Elisir d'amore alla Scala!

Video. Rolando Villazón


FOCUS: MILANO Le grandi voci alla Scala

Nèo
Altri articoli di questa enews

Speciale: ARTE E MUSICA A MILANO

Nèo Martina Mazzotta

Martina Mazzotta

Art curator - Milano
Nèo
Nèo