Néo: ORIGINAL SUCCESS - Il segreto di cinque giovani star
facebook Stampa

3. ZUCK, IL NERD CON PIU’ AMICI NEL MONDO


Taggato come nerd, evitato dai club più esclusivi dell’università e deriso dalle ragazze. La frustrazione di essere nessuno, non avere amici e una vita sociale sono stati per lui il pretesto per costruire il business di maggiore successo degli ultimi anni.

CHI E’ UN NERD? UN NESSUNO

Al college se non fai parte di almeno uno dei club più esclusivi dell’università non sei nessuno. Se non hai una fidanzata, se non hai amici “fighi” non sei nessuno: sei un nerd, come era considerato Zuckerberg. Nella mentalità più comune questo tag viene usato quando si vuole identificare una persona che passa l’intera giornata al computer, non ha tempo per gli amici perché troppo impegnato ad ideare, progettare, formulare, è uno “sfigato” senza una vita interessante, che affronta argomenti giudicati noiosi, come calcoli assurdi con cifre improponibili, per questo viene evitato dalle ragazze e la sua cerchia di amici non può essere altro se non formata da nerd come lui.

Video: LA DURA VITA DEI NERD (30 secondi)

Una divertente scena del film “La vendetta dei Nerds”: due nerd arrivano in università e vengono accolti col benvenuto degli altri studenti. Che festeggiano a modo loro: buttando un nerd giù da un balcone…

ACCESSO AI CLUB PIU’ ESCLUSIVI: ECCO LA PASSWORD

Il sogno di ogni studente è quello di essere tra i membri dei club più importanti e per entrare in questi è necessario possedere determinate caratteristiche. L’identikit dello studente popolare potrebbe corrispondere a questo: muscoli e bellezza al primo posto, se non sei un canottiere o un giocatore di football o una miss o reginetta di qualcosa sei già fuori. Al secondo posto troviamo alcol e sesso, quanto sai reggere e quanto si è disposti a "dare" per entrare nella cerchia? Al terzo, la classe sociale, la famiglia, il nome e il conto in banca. Queste possono essere le condizioni necessarie, per essere ammesso, ma come ogni club che si rispetti deve esserci un rituale. Le prove da superare per vedere se si è degni oppure no di far parte dell’esclusività. Vivere l’esperienza dell’università significa vivere l’università, le regole e gli stereotipi, lezioni ed esami fanno solo da sfondo.

Video: ZUCK ENTRA NEL CLUB PIÙ ESCLUSIVO DI HARVARD. A MODO SUO (3 minuti)

Ecco come Zuckerberg supera le sue frustrazioni e accede a suo modo ai club più esclusivi. Dal film The Social Network.

NEL MONDO REALE VIVIAMO, IN QUELLO DI FACEBOOK ESISTIAMO

La solitudine e l’esclusione. La frustrazione non tanto di non poter partecipare alle feste più “in” del campus, quanto di non essere invitato a partecipare, la voglia di avere fama e popolarità. Chiuso nella sua stanza, Zuck non è riuscito ad entrare in quello che per lui era il mondo ed ha fatto sì che fosse il mondo ad entrare nella sua stanza. La frustrazione e l’incompletezza, il fatto di non sentirsi realizzati possono stimolare la persona. Un problema, uno sgarro, qualcosa di irrisolto sono stimoli che possono scatenare dentro di sé il desiderio di realizzazione.

Quando sei l’ultimo e vorresti essere il primo, piangersi addosso non serve e non migliora la situazione, pensare e creare qualcosa può cambiare tutto. Non voleva essere solo, voleva essere amico di tutti e che tutti fossero amici. Ha trovato la soluzione, esprimendo il desiderio che in fondo è dentro ad ognuno di noi, essere protagonisti. Su Facebook si è più reali che nel mondo reale stesso, nel quale non si ha identità, si è un volto tra i volti, non si ha un vero e proprio spazio. Nel Social Network, grazie al filtro stesso che è, si mostra la propria vita, chi noi siamo. Mark è stato in grado di capovolgere la realtà: oggi chi non è su Facebook non esiste.

Video: DA ESCLUSO A CEO DELLA PIÙ FAMOSA AZIENDA DEL MONDO (1 minuto)

Zuckerberg viene addestrato dall’ex fondatore di Napster.

Nèo Irena Ivancik

Irena Ivancik

Skopye
Altri articoli di questa enews
CITY PARADE L'AGENDA INTERNAZIONALE

Advertising

Easywish i tuoi desideri Reclamalex Reclamalex