Néo: VIAGGIARE NEL TEMPO!
facebook Stampa

1. IL MIO VIAGGIO NEL TEMPO CON FACEBOOK TIMELINE


Sono tornato indietro nel tempo. Non sto scherzando. Ma il mio viaggio è stato esclusivamente virtuale. Come ho fatto? Grazie alla nuova funzione di Facebook che permetterà presto a tutti di spostarsi all'interno della propria memoria...

COME ATTIVARE FACEBOOK TIMELINE

Anche se non è ancora stata rilasciata al pubblico, esiste un trucco molto semplice per attivare Facebook Timeline: per farlo si deve creare un account sviluppatore, seguendo uno dei tanti tutorial che si trovano in Rete, come quello allegato in fondo al paragrafo. Basta seguire pochi passi: andate alla pagina developers.facebook.com e installate l’applicazione Developer, quindi cliccate su “Crea applicazione”. Nei campi che vi viene richiesto di compilare potete inserire dei nomi a piacimento. Quindi cliccate su “Open Graph” nel menù di sinistra, compilate i campi sempre a caso e cliccate sul pulsante “Primi passi”. Lasciate perdere le varie opzioni da configurare, scorrete fino in fondo alla pagina, cliccate su “Save changes and next” e proseguite, ignorando anche le pagine successive. Ora accedendo a Facebook sul vostro profilo sarete automaticamente invitati ad attivare la Timeline.

Video: ATTIVARE FACEBOOK TIMELINE IN ANTEPRIMA (TUTORIAL) (3 minuti)

In tre minuti si mostra come attivare Facebook Timeline dal proprio account di Facebook

IL MIO VIAGGIO NEL TEMPO

Inizia la mia avventura nel tempo. Scorro la Timeline e scopro la data della mia iscrizione a Facebook: 29 Novembre 2008. Non pensavo fosse passato così tanto tempo, ricordo solo ora che anch'io ero un po' titubante sul fatto di iscrivermi o meno. All'epoca il sito di Mark Zuckerberg era una novità assoluta. Giornali e TG lo citavano ovunque: mentre la crisi del mondo occidentale era appena scoppiata, loro avevano scoperto un nuovo modo per scovare facilmente immagini e informazioni da pubblicare.

Vado più su, leggo i primi commenti delle mie amiche che mi danno il benvenuto su quello che già all'epoca veniva familiarmente chiamato da noi ragazzi “faccialibro”. Una mi avverte: “ora ti sommergerò di test”, in quel periodo erano tanto in voga. Rintraccio casi di ragazzine in preda ad una vera e propria dipendenza da test. Cose stupidissime, del tipo: "Quale peluche saresti? Il tuo risultato: Hello Kitty!”. Ma la parte più divertente è che esisteva anche il gruppo “Per tutti quelli contro i test dementi e stupidi di Facebook!”, che si aggiungeva all'infinita lista di gruppi della serie “per tutti quelli che...”. A pensarci bene, rispetto ad allora Facebook si è evoluto parecchio.

Video: INTRODUZIONE A FACEBOOK TIMELINE (1 minuto)

In questo video ecco come si potrà ripercorrere la propria vita grazie al nuovo profilo di Facebook

ALLA PRIMA DEL MIO VIDEO

Oggi si dice che ci si iscriva su Facebook per trovare nuovi amici o per flirtare, a me capitò il contrario. Leggo il commento sulla mia bacheca di quella che allora era la mia fidanzata: ”finalmente eh”. Scopro che era stata proprio lei a convincermi a registrarmi, o meglio – da quello che leggo – a costringermi! Scorro ancora i commenti. Sembra veramente di rivivere il passato: sto invitando i miei amici alla prima del mio spot al Teatro Moderno, per il Festival Pontino del Cortometraggio. Luca mi assicura che sabato saranno tutti lì a tifare per me. Ritrovo il video, lo rivedo con piacere. Era uno spot sociale sulla sicurezza sul lavoro realizzato con la scuola. Non vinsi il concorso, ma già essere stato selezionato fra i finalisti fu un grande successo. Lorenzo, aspirante attore scartato, mi scrive: “ma a quando un nuovo film? mi raccomando voglio una bella parte!”.

Video: ECCO IL MIO SPOT (1 minuto e 45)

La sicurezza sul lavoro non è un gioco. A quando un nuovo film?

LA MIA AMICA AVEVA RAGIONE

Vado ancora un po' più avanti: una finestra indica che mi sono diplomato al Liceo Classico, quasi a volersi congratulare. Non manca la nostalgia: è la fine di un'era della mia vita. Che il 2010 sia l'inizio di una nuova avventura si capisce anche dal contatore, che segna +183 amici in un solo anno. Do un'occhiata agli altri album di foto raggruppati per data: vedo i luoghi visitati che avevo rimosso, rivivo il viaggio di maturità in Grecia con i vecchi amici di scuola. Alcuni di loro non li vedo da un pezzo, chissà che fine hanno fatto. Mi riaffiorano alla mente tanti episodi legati a quel viaggio: le gare spericolate con i quad, la lotta armata contro gli insetti giganti, la corsa all'ultimo minuto per prendere in tempo la nave. Fra i tanti messaggi mi soffermo infine su uno in particolare. Una mia amica mi scrive che tra qualche anno rimpiangerò di non averle dato retta. Così a distanza di due anni mi accorgo che aveva ragione. Piuttosto della privacy, forse il vero pericolo della nuova timeline è proprio questo: alimentare rimpianti. E rimorsi.

Video: CHE NE SARÀ DI NOI – MUCCINO (1 minuto e 45)

La scena culto del viaggio post maturità, alla ricerca del proprio futuro. “Bisogna prendere e andare, andare, andare, andare...”

Nèo Federico Sciascia

Federico Sciascia


Altri articoli di questa enews
CITY PARADE L'AGENDA INTERNAZIONALE

Advertising

Newmedia Solutions - Web Agency / developer specializzata per turismo e finanza all-around" Contemporary art network Gusto Kitchen - il ristorante a casa e in ufficio Easywish