Néo: THE DARK SIDE OF CINEMA – Il lato B dei film
facebook Stampa

4. DIRECTOR'S WAY


La lunga strada del regista, dalla sceneggiatura alla proiezione. Come trovare un produttore, contatti, consigli e le dritte di Frank Capra, Hitchcock e Truffaut per arrivare a vedere il proprio sogno su un grande schermo.

"L'ERRORE PIU' GRANDE E' LA NOIA"

Frank Capra aveva capito il trucco: "Non ci sono regole per fare un film. Solo errori. E l'errore più grande è la noia." Lo spettatore vuole essere affascinato e stupito, il suo occhio catturato e la sua anima saziata. Ogni immagine deve avere un senso così come ogni spostamento di macchina. La regola da seguire è: basta che funzioni. Funzionare sullo schermo.

Video: FRANK CAPRA PARLA DI LOST HORIZON (5 minuti)

Intuizioni di Frank Capra su Lost Horizon.

IL FILM SU CARTA

Primo passo: la sceneggiatura. Scrivere il film significa soggetto, trattamento (4 pagine) e sceneggiatura. Vederlo su carta è tanto importante quanto vederlo con le immagini. È qui il ruolo fondamentale della sceneggiatura: è il film stesso, la mappa che guida attraverso il percorso più semplice alla sua realizzazione. Per arrivare a questo, suggeriamo due libri per apprendere la tecnica: "La sceneggiatura, il film sulla carta" (Sceneggiatura) di Syd Field, e la cosiddetta Bibbia del regista "Il cinema secondo Hitchcock" (Intervista di Truffaut a Hitchcock), di François Truffaut. Entrambi offrono le basi per cominciare a vedere i film con altri occhi: non quelli dello spettatore, ma del regista. Per aiutare i futuri registi ecco anche un sito con informazioni e consigli che possono tornare utili http://www.sydfield.com.

Video: CONSIGLI DEL PRESIDENTE DELLA WALT DISNEY PICTURES PER AUTORI DI SCENEGGIATURA (2 minuti)

Una breve intervista con Nina Jacobson, in cui dà consigli interessanti per sceneggiatori

LA CACCIA AL PRODUTTORE

Una volta che lo script è completato occorre trovare chi finanzia il film. Le attrezzature, i costumi, il trucco possono essere molto costosi. Anche ottenere i permessi per le riprese e trovare le location non è cosa semplice. A quello si aggiungono le spese di montaggio, di produzione complessive e quelle per distribuzione e marketing. Un lungometraggio normale richiede un budget di circa 2 milioni di euro. Per maggiori informazioni e consigli pratici www.bls.info. In molti Paesi sono presenti agenzie di finanziamento separato come il Film Board in Germania, www.ffa.de.
La scelta del produttore è determinante. Il produttore non è chi finanzia il film ma chi trova i finanziamenti e assiste il regista in tutte le fasi della produzione. Per arrivare al produttore giusto può bastare inviare la sceneggiatura (come nel caso fortunato de Le Vite degli altri) ed esempi di propri lavori, per convincerlo non solo della bontà della storia ma anche delle proprie capacità registiche.
In ogni nazione ci sono produttori e distributori specializzati per tipologia di film: da quelli orientati ai film più commerciali a quelli più sperimentali. Il consiglio è quello di cercare opere prime di successo e di trovare nei credits chi le ha prodotte. A quel punto se si crede nel proprio progetto, forse la tecnica migliore si chiama: faccia tosta. Contattarli con creatività e grande tenacia. Come quella che vedremo nel prossimo articolo: Io e Woody.

Video: Effetto Notte (3 minuti)

La Nuit Américaine. Il capolavoro di Truffaut su come si fa un film

Nèo Susanne Kirchner

Susanne Kirchner

Graz
Altri articoli di questa enews
CITY PARADE L'AGENDA INTERNAZIONALE

Advertising

Newmedia Solutions - Web Agency / developer specializzata per turismo e finanza Weekend Gratis