Néo: LE 5 DOMANDE PIU’ IMPORTANTI DELLA MIA VITA
facebook Stampa

3. IL VERO AMORE ESISTE?


Il vero amore esiste? Come faccio a riconoscerlo? E come faccio a esserne certa che sia proprio il vero amore?

“Solo per chi sa riconoscerlo quando gli passa vicino.” Marco, 29 anni

Se ripenso a quelle volte che ho detto “questo è il vero amore”, ogni volta pensavo che fosse la volta giusta e ogni volta non era così. Mi viene da ridere a pensarci perché ho sprecato così tante energie per così tanto tempo, che poi ho deciso di buttare via tutto e dare una svolta. E’ buffo perché mi ricordo che fra tutti volevo solo lui. Lui che non sapeva neanche che esistessi, non gli interessavo, non potevo offrirgli niente che non avrebbe potuto ricevere anche da un’altra. A me non interessava, avrei comunque trovato il modo per conquistarlo. Ma come? Dopo mesi e ripetuti no, ce l’avevo fatta. Mi sentivo così felice, tutto era diverso e più bello, erano cambiati gli amici e gli obiettivi, e avevo fatto di tutto per far sì che cambiasse anche lui. Era al primo posto, prima degli studi e del lavoro, prima di qualsiasi altra persona, prima dei sogni. Mettendolo al primo posto avevo annullato tutto di me. Tutte quelle cose importanti che dopo tempo vengono comunque fuori e sempre nel momento sbagliato. I sogni, ai quali non sapevo più rinunciare, tanto che sono diventati sempre più grandi e difficili da raggiungere. Le amicizie e le persone che avevo. I progetti della vita. Pensavo che fosse la persona giusta, che nessuno ci avrebbe diviso e che il nostro amore sarebbe durato per sempre. Nella sua vita, ero passata al primo posto, nella mia lui era sceso all’ultimo. In un momento in cui dubitavo di tutto, gli chiesi perché tra tutte avesse scelto me e mi rispose: “Perché mi fai ridere” e io non ridevo più da tempo pensando a tutto quello avevo rinunciato. Dopo sei anni e una settimana prima di Natale ci siamo lasciati. Pensavo che fosse vero amore, quell’amore che dura e nessuno si può intromettere. Pensavo di averlo riconosciuto e non volerlo lasciar andare via.

Video: Romeo and Juliet – meeting scene (4 minuti e 25)


“No, esiste solo nelle favole e nei cartoni animati.” Efisia, 38 anni

Ho pensato subito: nooo! Mi sono venuti in mente i miei, 40 anni insieme. Mio papà si arrabbia sempre per sciocchezze, mia mamma gli risponde: “Va bene, hai ragione”. Io scoppio a ridere perché più diventano vecchi, più diventano bambini. Guardandoli mi chiedo se si amano ancora o semplicemente se stanno insieme perché l’hanno sempre fatto. Non gliel’ho mai chiesto perché la risposta sarebbe scontata. Poi ho pensato a una delle mie nonne, sembra la nonna di Vic ne “Il tempo delle mele”, è veramente così. Quando mi sono lasciata le avevo chiesto com’era possibile, non ci credevo nemmeno io. Mi ha dato una risposta che mi ha lasciato intendere che in realtà il vero amore non esiste, è più la concezione che ci siamo imposti del vero amore. Ogni volta che le faccio delle domande su mio nonno, del quale non mi ricordo perché ero troppo piccola, le vengono gli occhi rossi e cambia discorso. Non credo perché le manchi, è passato troppo tempo, ma più per i rimpianti che ogni storia d’amore porta con sé. Forse è vero che esiste solo nelle favole. Andiamo al cinema per sognare e sentirci meglio, con registi che ci illudono con commedie che rispondono perfettamente a ciò che si aspetta il pubblico. Le favole fanno un po’ questo, ti mostrano ciò che vuoi vedere, la speranza che il vero amore esiste davvero, non mollare lo troverai. Allora esci dal cinema serena, felice, più innamorata…e illusa?

Video: Pretty Woman – Cinderfuckinrella Scene (1 minuto)


“Certo. E' quello per i propri figli: istintivo, innato, infinito, non necessariamente sancito da 'contratti'. Tutto il resto è temporaneo e sostituibile.” Letizia, 45 anni

Non ho bambini, quindi non riesco tanto a capire cosa si prova. Forse è anche quello dei figli per i genitori. Però non so. A me piace l’idea dell’amore, però non mi convince tanto pensare che quello vero sia dedicato esclusivamente ai miei genitori e viceversa. Non fraintendiamo, gli voglio tantissimo bene, però c’è sempre qualcosa che non torna. Conosco persone che non vedono la madre o il padre da tempo o li vedono solo in determinate occasioni, come le feste. Oppure li vedono, ma non ci vanno d’accordo e quello non mi sembra amore. Oppure non li vedono proprio, non ne sentono la mancanza e stanno bene così come sono.

Un giorno ero a lezione di giornalismo all’università ed era venuta fuori una discussione sul concetto e il valore di famiglia. Un mio compagno aveva risposto che secondo lui la famiglia la scegli e non sono necessariamente il padre e la madre. Lui ha i genitori separati e ai tempi viveva con il padre. Aveva risposto che la sua famiglia erano lui e suo padre, sua madre era solo sua madre, ero solo una persona che gli aveva dato la vita e l’aveva messo al mondo e non era la sua famiglia. Ci sono madri che mettono al mondo figli senza interessarsi minimamente a loro. Come può essere che quello sia il vero amore? Non riesco a trovare una risposta. Può essere che una risposta non ci sia? Forse non esiste ed è solo un concetto o un’illusione che ci siamo dati perché è bello e più facile pensare che esista? Forse deve ancora arrivare…

Video: Home Alone – I have disappear my family (1 minuto e 23)


MBA


Nèo Libera Von Rubens

Libera Von Rubens

Milano
Altri articoli di questa enews
CITY PARADE L'AGENDA INTERNAZIONALE

Advertising

evilthings Easywish i tuoi desideri