Néo: VIVERE AL TEMPO DELLA CRISI
facebook Stampa

CROWDFUNDING:
Aiutare le idee a prendere vita


Le idee ci sono, ma spesso mancano i fondi per realizzarle. Il crowdfunding può fornire un "aiutino" in questo senso. Si tratta di un finanziamento che proviene da tante persone che donano piccole cifre, secondo la loro disponibilità, ad altre persone, enti o organizzazioni che ne necessitano.

IL MANIFESTO E I TRE SITI PIU’ INTERESSANTI

L'incontro tra le due parti del crowdfunding avviene nel web, attraverso siti che pubblicizzano e mettono in mostra i progetti o le idee che hanno bisogno di un aiuto. Il donatore cerca tra i vari progetti in vetrina quello a cui crede di più e sceglie di versare una cifra che decide lui stesso. Spesso, in cambio della donazione è inviato all'offerente un ricordo simbolo del progetto (un adesivo, una maglietta, un DVD) come ringraziamento per aver aiutato. Ogni progetto è presentato con dettagliate descrizioni e viene visualizzata anche la cifra totale che deve essere raggiunta. Alcuni siti prevedono che se la somma non è coperta chi ha proposto il progetto dovrà restituire i soldi al mittente, mentre altri siti danno la possibilità di usare la cifra raccolta, anche se non è stato raggiunto il tetto stabilito.  
Kapipalist Manifesto (http://www.kapipal.com/manifesto) è un vero e proprio manifesto con i principi fondamentali del crowdfunding.

Ecco i tre siti più interessanti trovati nel web:

Indiegogo (http://www.indiegogo.com) permette di tenere la cifra raccolta anche se non si è raggiunta quella desiderata. I progetti riguardano i più svariati temi ed è semplicissimo navigare. L'iscrizione è gratuita, ma ci sono dei fee da pagare a Indiegogo una volta raggiunto il budget.

Kickstarter (http://www.kickstarter.com) è suddiviso in categorie. Iscriversi è gratuito, ma anche questo sito prevede dei fee se la cifra è stata raggiunta. Se il progetto non raggiunge la somma nel tempo stabilito, i soldi saranno rimborsati ai donatori.

Rockethub (http://www.rockethub.com) è per artisti e imprenditori. Oltre al crowdfunding, c'è la possibilità di ricevere offerte lavorative: si descrive il proprio lavoro in un'apposita vetrina, i navigatori del sito possono votare quello che più piace e alla fine degli esperti giudicano i lavori e scelgono i più interessanti.


Video: The Path of the New Flight - The RocketHub Story (Durata 1:18 minuti)

RocketHub: una community di creativi per creativi

ARTE, POLITICA E CINEMA: TRE ESEMPI DI CAMPAGNA CROWDFUNDING

Il crowdfunding può essere fatto per sostenere gli aiuti a calamità naturali o per appoggiare chi vuole produrre un evento o un progetto lavorativo, per aiutare le aziende startup o delle idee innovative.
In passato ci sono state delle campagne "famose" di crowdfunding: il museo Louvre con la campagna “Tous Mecenes” intendeva raccogliere i fondi necessari per comprare l'opera "Le tre grazie" del pittore rinascimentale Cranach; e anche Barack Obama si è rivolto ai suoi elettori col crowdfunding durante la campagna per le presidenziali del 2008. Anche l'industria cinematografica si è affidata al crowdfunding. "The age of Stupid", un film sul mondo futuro distrutto dai cambiamenti climatici che nessuno ha fermato, di Franny Armstrong, è riuscito a raccogliere 900mila dollari nei cinque anni di shooting.  


Video: The Age of Stupid - trailer (Durata 1:51 minuti)


IL COSMONAUTA

Un altro film che sta usando il crowdfunding è "The Cosmonaut"(http://www.thecosmonaut.org/), un film di David Altrogge, che racconta la storia di un uomo che ha lasciato la terra anni fa e quando ritorna scopre che è tutto cambiato. Il film è stato girato grazie alla cifra raccolta, ma il regista sta ancora cercando fondi per sostenere i costi di post produzione e distribuzione. 


Video: The Cosmonaut - trailer (Durata 0:58 minuti)





Nèo Rossella Petta

Manuela Nerini

Livorno
Altri articoli di questa enews