D'estate si impara
facebook Stampa

5. Nuove professioni: coolhunting, stylist, retail manager, chef & web

Nuove professioni: coolhunting, stylist, retail manager, chef & web
5. Nuove professioni
L'estate può essere anche il momento per togliere dall'armadio vecchie competenze ormai inadatte per il mercato e inserirne di nuove, più in linea con le trasformazioni del mondo. Ecco alcune delle professioni che fino a qualche anno fa non esistevano, ma che trovano uno spazio sempre crescente.

Coolhunting

Il cool hunting (termine anglosassone nato negli Stati Uniti negli anni ottanta) rappresenta uno strumento del marketing, esploso all'inizio del XXI secolo, che si occupa dell'osservazione delle tendenze e dei modelli culturali che si stanno affermando nei media, nella moda, o, più semplicemente, nella vita comune. Il termine "cool" significa letteralmente fresco, ma fu usato nell'accezione di "qualcosa di figo" a partire dagli anni sessanta. Il cool hunting applica un approccio sociologico di "cult research" attraverso la desk analysis (ad es. websurfing, social networking, blog) e dell'esplorazione visiva e diretta dei mondi e degli scenari di riferimento delle culture giovanili (utilizzando spesso immagini fotografiche e/o video a supporto delle ricerche). Ogni cool hunter opera in maniera autonoma rispetto al pensiero comune e fornisce materiale utile a delineare, in anticipo sui tempi, le mode e i linguaggi "che verranno" nell'ambito degli eventi, dei media, dello spettacolo, del marketing, della comunicazione, del fashion system, dei consumi culturali. Da fenomeno di nicchia il cool hunting sta diventando una professione ben delineata, alla quale iniziano ad essere dedicati i primi corsi di formazione.


5 Siti di coolhunting

www.trendwatching.com/
www.mtvsticky.com/
www.coolhunting.com/
www.futurescoping.com/
www.trendhunter.com/

Video. Cortometraggio realizzato come tesi finale per il corso di Coolhunting presso l'Istituto Europeo del Design (IED), Milano


Stylist: creare l'immagine di una celebrità

Uno stylist è un esperto di comunicazione che combina arte e scienza per far apparire persone ed oggetti al loro meglio ed esprimere la loro personalità intrinseca. Spesso confuso e sovrapposto alla professione di consulente d'immagine, lo stylist si occupa in primis di celebrità o aspiranti tali, mentre il consulente d'immagine segue per lo più persone comuni. Lo stylist è in grado di creare un'immagine per un determinato personaggio capace di attrarre l'attenzione dei media durante apparizioni, eventi, interviste, programmi tv.


Video. Consigli da una stylist delle top celebrities mondiali


Retail Management, anche il negozio ha bisogno di un manager.

II retail management sta assumendo un ruolo sempre più cruciale nel successo commerciale delle aziende di qualsiasi settore manifatturiero o di servizio. Ma impostare e realizzare una strategia e dar vita a un modello operativo di successo per punti vendita risulta molto complesso, e non esistono guide operative per le aziende. A maggior ragione fondamentale sono l'esperienza ed il fiuto dei retail managers, persone professionalmente nate in negozio, e che pertanto sono in grado di decodificarne ed interpretarne bisogni e cambiamenti. Proprio per questo diventa fondamentale oggi concentrare la risorse su espressioni di marca capaci di creare il c.d. "shopping esperienziale".


Video. Un esperimento di shopping esperienziale nel periodo natalizio londinese


Retail Management, anche il negozio ha bisogno di un manager.

Il mercato è a caccia di nuove professioni, quelle legate ai settori a sviluppo più recente e in continua evoluzione come il web. Social network e blog sono i nuovi campi di battaglia dove le grandi aziende si sfidano a suon di strategie di marketing.
Servono, oltre che l'esperienza nel marketing e nella comunicazione, anche notevoli competenze tecniche specifiche per il web 2.0. Ecco alcune delle nuove professioni targate web 2.0:

WEB ANALYTICS - WEB COSTUMER PROFILING
Analizza e segmenta i potenziali clienti su internet; necessita di elevate conoscenze informatiche con nozioni di marketing.

INFOBROKER
Ricerca dati e informazioni economiche in rete.

WEB MARKETING MANAGER
Specializzato nel web marketing si affianca al direttore della funzione nelle grandi aziende.

MARKETING MANAGER SOCIAL MEDIA
Applica le regole del marketing ai social media, ai network, ai blog.

COMMUNITY MANAGER
Si occupa di piattaforme virtuali e network nelle grandi aziende.

SALES MANAGER
Doti commerciali e competenze tecniche nel digitale. Gestisce le campagne pubblicitarie con gli strumenti di internet.

CREATIVO DEL WEB
È l'ideatore delle campagne pubblicitarie online. É in grado di coniugare le capacità creative e di comunicazione.

ESPERTO DI MOTORI DI RICERCA
Ottiene il miglior posizionamento e la maggior visibilità sui motori di ricerca.

PERSONAL DIGITAL VIP
Cura e gestisce campagne web per l'azienda o il personaggio pubblico sviluppandone l'immagine e la reputazione. Un marketing innovativo applicato sul web che necessita di svariate capacità.


Video. Un interessante video che mostra la velocità dello sviluppo del web oggi. Impressionante!


Il marketing territoriale: come è nato "I ♥ NY"

Il logo "I ♥ NY" è stato inventato nel 1977. In quell'anno William S. Doyle, Deputy Commissioner del dipartimento del commercio per lo stato di New York, ingaggia Milton Glaser, un graphic designer, per contribuire ad una campagna marketing per promuovere lo Stato di New York. Glaser si aspettava che la campagna durasse solo qualche mese e creò il logo gratis. Da allora questo logo è stato usato con successo per promuovere il turismo dell'intero Stato di New York, e non solo di New York City come molti credono. L'immagine è tornata alla ribalta più che mai dopo l'attacco alle torri gemelle dell'11 settembre 2001. Glaser ha creato una versione modificata per commemorare gli attacchi "I ♥ NY More Than Ever", con una piccola macchia nera nel cuore a simboleggiare il cratere lasciato dal World Trade Center.


Video. La storia di I ♥ NY in immagini:


Mangiare "bene": slow food e gli chef d'autore

Slow Food è un'associazione internazionale senza scopo di lucro nata in Italia nel 1986. Si pone come obiettivo la promozione del diritto a vivere il pasto, e tutto il mondo dell'enogastronomia, innanzitutto come un piacere. Pensata come risposta al dilagare del fast food e alla frenesia della vita moderna, Slow Food studia, difende e divulga le tradizioni agricole ed enogastronomiche di ogni parte del mondo.

Slow Food, attraverso progetti, pubblicazioni, eventi e manifestazioni si è impegnata per la difesa della biodiversità e dei diritti dei popoli alla sovranità alimentare, battendosi contro l'omologazione dei sapori, l'agricoltura massiva, le manipolazioni genetiche. Attraverso la rete di associati che si incontrano, si scambiano conoscenze ed esperienze, Slow Food ha inteso fare del godimento gastronomico anche un atto di sensibilizzazione dell'opinione pubblica, sottolineando come dietro a un buon piatto ci siano scelte operate nei campi, sulle barche, nelle vigne, nelle scuole, nei governi.


Lo chef inglese Jamie Oliver insegna la cultura alimentare


Lo chef inglese Jamie Oliver insegna una vera e propria cultura alimentare ad adulti e bambini. In questo video chiede ai bambini di riconoscere delle verdure. Non ne identificano neanche una.

Nèo
Altri articoli di questa enews
Nèo Stefania Mirani

Stefania Mirani

32 anni di Milano - Italy