nèo INTERNATIONAL Stampa

Ritrovarsi soli: senza più punti di riferimento.

Ritrovarsi soli: senza più punti di riferimento.
Restare da soli. All'improvviso. Per scelta nostra o di altri. Oppure per il destino. Che significa?
"Mettiti a sedere. Non ho una bella notizia da darti. Non hai un lavoro. E non hai neanche soldi. Che fai? A cosa pensi? Beh, potresti pensare che in fondo ok è una situazione poco bella però hai una famiglia, tanti amici. Puoi contare su di loro. Puoi contare su di loro? No. Non hai nessun amico e non hai nessuna famiglia su cui contare. Non ci sono più nemmeno loro, spariti insieme ai soldi. Ti va davvero storto. Niente soldi, niente famiglia, niente amici. Che succede? Prova a pensare di trovarti in questa situazione. Immagina che di colpo ciò che hai e su cui puoi contare ti sparisca di colpo. Che cosa provi? Ti viene paura? A che cosa penseresti? Dopo un pò di scoraggiamento, potresti ritirarti un pò su, pensando che la tua situazione non è bella, certo, però forse potresti trovare ancora qualcosa dalla tua parte, qualcosa che costituisca un primo punto da cui poter ripartire. E anche se non hai più niente qualcosa che ti dia coraggio lo trovi. Una cosa ti rimane, pensi. La salute. Pensi che la salute non ha prezzo. Pensi che in fondo stare bene vale più di ogni ricchezza. E quando si sta bene anche essere soli può essere un problema passeggero. Così come essere senza soldi. Al diavolo, dici, e ti alzi per accenderti una sigaretta. No, non farlo. Perchè anche la salute non va affatto bene. (...)"
(da Esperienze di Valore, AZ)


Restare da soli può essere l'inizio di una rinascita. Eppure quando accade, è sempre un trauma. Durissimo. Vediamo 3 celebri situazioni in cui il protagonista resta da solo.

Video - Speciale 3 Abbandoni strappalacrime

Ghost. La scena finale.
L'addio che ha fatto piangere tutto il mondo in compagnia di Demi Moore. Qualche mese fa il protagonista del film, Patrick Swayze, è morto per davvero.

Cristian il leone.
Fine anni sessanta. Epoca in cui le idee erano più forti della realtà . Come l'idea che hanno avuto due amici inglesi, John Rendall e Ace Berg: acquistare un leoncino in vendita da Harrods. Di pelouche? No, vero. Lo hanno tenuto a casa finchè il leoncino è diventato un leone. A quel punto hanno deciso di trasportarlo nel cuore dell'Africa per lasciarlo libero nella savana. Qualche anno dopo la nostalgia li ha spinti a ritornare in Africa nella speranza di ritrovarlo. Quando lo hanno visto si sono chiesti: e adesso? Si ricorderà  di noi?

L'orsetto Knut
La superstar dello zoo di Berlino. Abbandonato alla nascita da mamma orsa, è stato adottato da un'intera città. Nel filmato si vede che viene allattato e cresciuto da un uomo nei suoi primi mesi di vita. L'uomo è Thomas Dörflein che nel 2007 è stato nominato berlinese dell'anno per aver fatto diventare grande il piccolo orso bianco. Ma un'altra tragedia era in agguato per Knut: nel settembre del 2008 Dörflein è stato trovato nel suo appartamento, privo di vita.

Nèo Nèo

Stefania Mirani

32 anni di Milano - Italy
Altri articoli di questa enews