néo MILANO Stampa

Noblesse oblige: i 3 club più esclusivi e inaccessibili di Milano

Noblesse oblige: i 3 club più esclusivi e inaccessibili di Milano
Entrare in uno dei tre club più esclusivi di Milano, vuol dire status, relazioni, appartenenza. È l' élite dell'élite. Per essere presi in considerazione bisogna essere presentati da almeno tre soci, senza alcuna garanzia di venire ammessi. Le motivazioni per voler entrare sono tante. Amicizie e affari. Bridge e biliardo. Pranzi, qualche ricevimento, feste. A disposizione dei soci saloni, ristoranti, sale lettura e foresteria (quella del Clubino la usava Gianni Agnelli), in alcuni casi la palestra o il barbiere. Accesso garantito ai club parigrado nel mondo. E nessun sito internet.

La Società del Giardino di Milano, il più antico

E' uno dei pochissimi club europei ancora in attività, che possa vantare una continuità di oltre due secoli. Fondato nel 1783 da appassionati di bocce ha sede in Via San Paolo 10, all'interno di Palazzo Spinola. Ad oggi conta circa 500 soci, solo uomini. E' il club dei commercianti e dei liberi professionisti, tra cui molti avvocati. E' anche sede di una delle più rinomate scuole di scherma d'Italia, da cui sono usciti campioni mondiali ed olimpionici. Tra tutti i circoli "segreti" milanesi è di sicuro quello con la sede più sontuosa. Prendere appuntamento con il Maggiordomo per visitare alcune tra le più belle sale di Milano: il Salone d'Oro, la Sala d'Argento e la Sala Scherma, che si affaccia sul meraviglioso giardino interno, alle spalle di piazza Liberty. Altre aree del Palazzo sono strettamente riservate ai soci, senza eccezioni. Il momento top è il Ballo delle Rose, il secondo giovedì di giugno.
Società del Giardino, Via San Paolo 10

Il Clubino

Il Clubino - 105 anni di storia e più di 500 soci (solo uomini, le donne sono ammesse solo come ospiti) - ha sede nel Palazzo degli Omenoni, dove colossi-cariatidi sorreggono la facciata dell'edificio cinquecentesco costruito dallo scultore Leone Leoni, a due passi da Palazzo Marino e dalla Scala. In passato ha ospitato per anni il Codice Atlantico di Leonardo da Vinci. E' il club dei grandi dell'economia italiana, come Barilla o Tronchetti Provera. Ma non di Alessandro Benetton, rifiutato nel 2007.
Clubino Dadi, Via degli Omenoni 3

Il Circolo dell'Unione

Il Circolo dell'Unione è il ritrovo storico della nobiltà. Ha sede in via Manzoni 45, all'interno del Palazzo Borromeo d'Adda. 500 circa i soci, anche qui tutti rigorosamente uomini. Qualche nome? Borromeo ovviamente. E poi Visconti di Modrone, Litta Modigliani, Brivio Sforza.
Circolo dell'Unione, Via Alessandro Manzoni 45

La curiosità: e i Massoni?

La curiosità: e i Massoni? Obiettivo della Massoneria non è creare un gruppo d'interessi affini per una ristretta élite (o almeno non dovrebbe esserlo) bensì, da statuto, "perseguire il bene della patria e dell'umanità". Su internet si trovano i siti dei principali ordini massonici italiani: Per il Grande Oriente d'Italia: http://www.grandeoriente.it/.
Per la Gran Loggia d'Italia, fino al 2004 la sede di Milano era in piazza Sant'Alessandro. Adesso non più. E di tutti i "club" finora citati è l'unico in cui possono accedere anche le donne. http://www.granloggia.it/gldi/default.aspx/Italiano.aspx

Video - La Massoneria in TV

Come funziona una tornata massonica? La prima volta della Massoneria in tv:

Nèo Nèo

Stefania Mirani

32 anni di Milano - Italy
Altri articoli di questa enews